della sig.ra Maristella

(rielaborata da me con vari esperimenti, questa è ormai quella ottimale, che uso sempre).

Ingredienti:

150 gr. di farina integrale,

150 gr. di farina di segale,

150 gr. di zucchero Mascobado,

un pizzico di sale,

200 ml. di latte,

200 gr. di miele millefiori,

mezza fialetta di aroma di acqua di fiori d'arancio,

mezza bustina di lievito dolce,

un cucchiaino raso (o in proporzioni diverse secondo il gusto) di ciascuna delle seguenti spezie: cannella, noce moscata, zenzero, chiodi di garofano).

Miele e semi a piacere per la copertura (papavero, lino, sesamo).

Procedimento: mescolare le farine con le spezie, il sale e lo zucchero e il lievito; aggiungere un po' alla volta il latte, il miele e l'aroma di arancia. Amalgamare bene, e nel caso il miele sia troppo solido scaldarlo a bagnomaria. Versare l'impasto in uno stampo da Plum Cake (da un litro circa) foderato di carta da forno, e cuocere per 40 minuti a 180°.

Tolto dal forno bagnare la superficie del dolce con miele mescolato con la restante acqua d'arancia, e cospargere con i semi a piacere.

Estrarre il dolce dallo stampo quando è tiepido sollevando la carta da forno. Si conserva per molti giorni avvolto nella carta.

 

Ingredienti:
150 g farina
200 g burro
300 g zucchero (in effetti, ne basta anche meno)
70 g cioccolato fondente o cacao amaro
1 bustina lievito
4 uova
100 g vino rosso (magari un buon Montepulciano d'Abruzzo da agricoltura biologica ;-) )
Far fondere il burro in un pentolino, poi aggiungere lo zucchero, il cioccolato fondente spezzettato o il cacao amaro e il vino rosso, sbattere bene il tutto con una frustina a mano. Cuocere per pochi minuti questa crema, senza farla bollire.
Togliere 170 g circa della crema e tenerla da parte.
Mettere la rimanente crema nella ciotola dell'impastatrice con la frusta a filo (oppure in una normale terrina con una normale frusta e "olio di gomito") e unire la farina, le uova intere e la bustina di lievito.
Versare l’impasto in una tortiera di 26 cm di diametro a bordi alti e cuocere per circa 30 minuti a 180°, fare la solita prova con lo stecchino che deve uscire asciutto.
Dopo averla cotta, metterla su un piatto, con uno spiedo praticare dei fori in superficie e versarci sopra il bicchiere di crema messo da parte prima.
Lasciar "ubriacare" la torta per un'oretta prima di servire.

Ingredienti:
200 gr di burro,
200 gr di cioccolato fondente extra.
Un pugno abbondante di prugne secche.
4 uova.
120 gr di zucchero.
Rum.
Panna da montare.

Far sciogliere il burro e il cioccolato a bagnomaria.

Le prugne intanto dovranno macerare una mezz'oretta con del buon rum.

Montare a neve gli albumi e a parte battere i tuorli con lo zucchero.

Aggiungere alla crema di tuorli la crema di cioccolato e le prugne, lasciandone 4/5 da parte.

Incorporare con delicatezza gli albumi.

Foderare uno stampo con carta forno, versare l'impasto e cuocere per mezz'ora a media temperatura.

Servire con una mousse di panna montata e prugne secche frullate.

I due ingredienti non vanno amalgamati bene, la mousse deve avere un effetto striato.

Pan - far lievitare per 4 ore l’intero impasto-
300 gr di farina ( scegliere secondo le proprie abitudini, il tipo di farina: integrale, biologica, biodinamica, macinata in pietra, etc)
300 gr di semola rimacinata ( cioè macinata due volte, si trova in commercio con questa etichetta)
400 gr di acqua di fonte montana ( bisogna andarla a prendere con la conca di rame, per rimanere nella tradizione della ricetta)
Sale qb ( quanto basta, secondo i gusti personali)
150 gr grammi di pasta madre ( o 50 gr di lievito madre ).
La pasta madre mia madre la prepara con acqua e farina: 200 grami di farina e 200 grammi di acqua si lascia lievitare per 3 giorni al buio ed al calduccio. Poi si riprende si rimpasta con altri 200 grammi di farina e 200 grammi di acqua si rimpasta e si lascia là al buio e al calduccio fermentare per quando serve:
come risultato da' na parta acida e quella pasta la si mette tra gli ingredienti.)
Ripieno
Rosolare 150 grammi d’olio d’oliva con del rosmarino
Snocciolare delle olive nere
Tagliare a pezzettini del salame 'nduia (salame calabrese, o altro tipo nostrano e saporito)
Dopo che il pane è lievitato
Stendere l’impasto su una spianatoia di legno
Cospargere l’intero impasto di olio e rosmarino
Aggiungere sparpagliate le olive snocciolate (che fa pure rima)
E il salame a pezzetti.
Avvolgere l’impasto dandogli la forma di un fionfino, o di rosette
Far lievitare altre 3 ore l’impasto condito
Infornare a 200 gradi per mezz’ora o 40 inuti secondo il tipo di forno.
Una ricetta gustosa e saporita!!!
Da portare in gita scolastica, in pellegrinaggio, ad una escursione fuori le mura, in spiaggia o in montagna, da tenere in freezer per quando arriva una visita improvvisa.
Ottimo da gustare con del vino bianco pecorino o dell’ottima birra rossa.

Ingredienti: 1 melanzana, 1 zucchina, 1 cipolla rossa, 4 funghi champignon grossi, 4 pomodori grossi, 4 fette di pane, 1 mozzarella da 125 g, 1 manciata rucola, sale, pepe, 1 spicchio d’aglio, olio
Procedimento: tagliare melanzana e zucchina a fette di ½ cm di spessore senza sbucciarle e far riposare 10 minuti in acqua e sale, sgocciolarle e tamponarle.
Spennellare d’olio le fette di melanzana, zucchine, cipolle e funghi e grigliarle7/8 minuti per lato.
Spennellare anche le fette di pomodoro e cuocere per 2 minuti.
Salare e pepare tutto.
Arrostire le fette di pane , strofinarvi l’aglio e condire con poco olio.
Farcire ogni fetta di pane con le verdure, la rucola e la mozzarella ben sgocciolati, sale, pepe e olio e servire subito.