Ingredienti:
cipolla rossa,
aceto balsamico,
avocado,
sale,
pepe,
olio.

Stendere su di un piatto della cipolla rossa di tagliata sottilmente, salare, pepare (facoltativo) e condire con un giro di olio extra vergine d'oliva.
Poi sovrapporre uno strato di avocado a fettine, condire allo stesso modo.
Alla fine irrorare di aceto balsamico di ottima qualità.

Ingredienti:
-Cous cous 250 gr
-acqua ml 300 circa
-olio evo 2 cucchiai
-burro o margarina (1 noce)

Ingredienti per le verdure:
- 1 carota,1 melanzana, 2 zucchine, 1 peperoncino jalapeno (o quello che avete disponibile), 1 cipolla media, basilico (qualche foglia), 1 spicchio d'aglio, 5 cucchiai d'olio, sale q.b.

Lavate, asciugate e tagliate a piccoli tocchetti la melanzana, che salerete e porrete in un colapasta per almeno mezz'ora per far perdere l'acqua.
Mettete l'acqua in una pentola capiente e portate ad ebollizione, aggiungete il sale e poi a pioggia il cous cous, 2 cucchiai d'olio, quindi spegnete e lasciate riposare 2 minuti.
Lavate e tagliate a cubetti pomodoro, zucchine e carota.
Sbucciate l'aglio, tagliate a pezzettini il peperoncino e poneteli a rosolare in una padella capiente con la cipolla tritata e 5 cucchiai d'olio.
Quando la cipolla sara' rosolata aggiungere le zucchine, la carota e le melanzane sgocciolate.
Fate stufare a fuoco dolce per 5 minuti, fin che saranno cotte, ma non sfatte. Salate, spegnete il fuoco e lasciate intiepidire.
Poi unite al cous cous il pomodoro, le verdure e le foglie di basilico spezzettate.
Servite il cous cous alle verdure decorando con foglie di basilico.

Per i palati piu' forti preparare a parte la salsa piccante:
Ingredienti:
-peperoncino 100 gr. (la quantità varia in base alla qualità del peperoncino e a seconda del grado di sopportazione individuale);
-aglio 1 o 2 spicchi;
-coriandolo fresco qualche foglia;
-coriandolo in polvere 1 cucchiaino raso
-menta essiccata 1 cucchiaino raso;
-semi di cumino 1 cucchiaino raso;
-sale q.b

Togliete i piccioli ai peperoncini, lavateli, incideteli per la lunghezza, togliete i semi interni (se sono secchi metteteli in ammollo un'oretta) e pestateli assieme agli altri ingredienti o metteteli in un mixer, e aggiungete tanto olio quanto ne serva per realizzare una crema molto densa.
(La salsa che non viene consumata si puo' conservare in un vasetto di vetro, coperta d'olio, in frigo).

500 g di topinambur
200 g di patata
1 cipolla rossa media
2 cucchiai di olio evo
brodo vegetale o acqua + brodo granulare vegetale
15 cl di latte
vino bianco, sale, noci, emmenthal.
Sbucciare il topinambur e le patate e farli a tocchetti. Affettare sottilmente la cipolla e metterla a rosolare in una pentola (inutile dirlo: meglio se di coccio) con l'olio e.v.o. Aggiungere il topinambur e la patata, far rosolare un po' anche loro e sfumare col vino bianco.
Coprire a filo col brodo vegetale caldo o, in mancanza, con l'acqua calda aggiungendo un misurino di brodo granulare, eventualmente salare... occhio che il brodo potrebbe essere sufficiente, infatti io il sale non l'ho messo. Portare a ebollizione, abbassare la fiamma e lasciar cuocere col coperchio leggermente sollevato.
Quando la patata e il topinambur sono teneri abbastanza da poterli infilzare con una forchetta, frullare bene il tutto con un frullatore a immersione, aggiungere il latte e rimettere sulla fiamma per far addensare.
Impiattare e servire con le noci tritate grossolanamente e l'emmenthal a scaglie che, col calore della vellutata, fonderà leggermente e creerà uno strato "formaggioso" in superficie.

Proprietà del topinambur

per 4 persone

Ingredienti:
Per la pasta fresca:
400 gr di farina casereccia del Molino Cappelli,
¾ di bicchiere d’acqua,
1 cucchiaino di curcuma (che dara’ il colore giallo alla pasta),
1 cucchiaino d’olio.

Impastate bene gli ingredienti (se servisse aggiungere un po’ d’acqua), fatela riposare coperta per un quarto d’ora e poi tirate le sfoglie non troppo sottili (spessore 3)

Tagliate dunque la vostra pasta sulla “chitarra” e lasciatela asciugare una mezz’oretta.
Per il sugo:
700 gr di passata di pomodori a pezzi
1 panetto di tofu affumicato da 300 gr.
Cipolla e prezzemolo a gusto vostro.

Affettare a dadotti piccolissimi la cipolla, far rosolare con l’olio e aggiungere il tofu affumicato a dadini.
Dopo qualche minuto unire pomodoro e sale, quindi correggere l’eventuale acidità con una punta di cucchiaino di zucchero.
Far restringere bene.
A fine cottura aggiungere il prezzemolo tritato sottile.
Condire la pasta alla chitarra con il sughetto.
(Ricetta zero colesterolo e zero impatto ambientale!)

Realizzare una pastella ben densa con farina di ceci, curcuma, peperoncino e acqua.

Passare in questa pastella dei pezzi di verdura mista (in questo periodo cimette di cavolfiori, tocchetti di zucca, di carota, cipolla ad anelli).

Friggere e poi accompagnare con una salsina realizzata con yoghurt bianco intero, polpa di arancia, sale, zenzero e aglio per chi piace.