NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

sound by Jbgmusic

13/09/2017

Settimana dei gruppi d'acquisto!!
Per tutti i nostri CLIENTI:
1) Detergente universale Folia all'ossigeno attivo alla spina €2,50
2) Cassetta di verdura bio di Emanuela de Meis di Manoppello 3 kg € 6.


E SOLO per i nostri SOCI proposta di Alfredo d'Eusanio di Ortona:
3) Uva🍇bio Montepulciano per marmellate o estratti 🍷 € 1,50 al kg (ordine minimo 5 kg ) .
4) Patate gialle🥔 bio novelle € 1, 70 al.kg .(ordine minimo 5 kg).
5) Carote🥕 bio novelle (ordine.minimo 5 kg )€ 1,70 al kg .
Scegliete e prenotate!
Per dubbi e chiarimenti vi risponderemo su 337.1483652✏✏✏Sereno pomeriggio 👋🏻


Usare il form:
-oppure-
Scrivere a @:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Inviare un messaggio SMS
-oppure-
Whatsapp » » » al: 3371483652

06/09/2017

CHIUSO

Servizio info Emporio Primo Vere:
Settimana della.solina,
meraviglioso grano autoctono d'Abruzzo.
Se prenoti il pane 🍞le pizze 🍕e i cornetti🥐 a lavorazione artigianale avrai uno sconto del.10% (e sei sei nostro SOCIO del.15%).
Infine nelle Biocassette di venerdi
(ritiro dopo le 12)
Bietola,
Peperoni friarielli,
Melanzane,
Cetrioli,
Pomodori misti (peroni, tondi, cuore di bue, piccadilly e pachino
Fichi neri.


Da prenotare...ORA 😉.

Sereno pomeriggio 👋🏻

ps in arrivo gruppo d'acquisto passate di pomodoro e nuovo paniere sconti!


(ricordiamo che siamo sempre aperti fino alle ore14 !).
Se sei interessato ad avere maggiori dettagli 🖊💰⏱ (provenienze, certificazioni, giorno di consegna) contattaci 337.1483652

L'Emporio è... Mobile!!!

Invia un sms o un WhatsApp al 3371483652 specificando il tuo nome e cognome. Sarai inserito nell'elenco dei nostri clienti e simpatizzanti e riceverai 1 sms a settimana come promemoria per i nostri eventi e le nostre promozioni. Potrai anche utilizzare questo numero per prenotazioni o richieste particolari.



 

Bio e nonsolobio, prodotti a km 0 ed equo solidali, detergenza sfusa e cosmesi eco bio, bomboniere e idee regalo, gruppi d'acquisto, laboratori e incontri


Orari dell'Emporio

Dal lunedi al sabato
mattina 9/14 - pomeriggio 16/20

Le novita' del Natale 2016

*Lampade di sale rosa con usb per computer! € 11,90

 

Rétro ecowear “Sciarpine in bambu'” € 19,90

Il piacere d’indossare la leggerezza di capi privi di sostante dannose per la salute e per l’ambiente. Scegliamo con cura e passione i tessuti dei capi Rétro da piccoli tessutai toscani ed emiliani. Sia le fibre biologiche, sia le tinture per i materiali che scegliamo sono certificati ICEA GOTS. La confezione dei nostri capi avviene presso un laboratorio romano a gestione familiare. Utilizziamo etichette in cotone biologico e stampate con colori ad acqua, mentre le grucce appendiabiti sono di cartone riciclato e i cartellini in carta riciclata certificata “Angelo blu” . Rétro propone uno stile di vita rispettoso dell’ambiente, della salute e del lavoratore anche attraverso la scelta di partner con i quali condividere gli stessi principi. Infatti dalla stagione primavera – estate 2011 i servizi fotografici sono eseguiti da “Immagine responsabile” attività d’impresa della cooperativa sociale “La Nuova Arca” onlus, una casa famiglia immersa nella campaga romana, che si occupa di mamme sole con i loro bambini. Siamo membri soci della Banca Popolare Etica, perchè desideriamo che i nostri guadagni vengano gestiti da un ente bancario che investisse nel sociale.
Ogni capo Rétro è davvero 100% made in italy. E davvero 100% ecofriendly.

 

Sapone non sapone “detergente scrub a base di sale e olii essenziali” € 13,90

 

Cosmesi eco bio A partire dai 3 euro!

Benecos è una marca tedesca di make up e cosmetici eco bio certificati BDIH a prezzi alla portata di tutti, senza trascurare la qualità dei prodotti e una vena creativa che soddisfa tutti i gusti. Make up sicuro, senza composti dannosi per la salute, per fare respirare la nostra pelle. Colori moderni, eleganti, chic per non rinunciare alla bellezza e alla moda. Mascara, kajal, fondotinta, cipria, correttori, lipgloss, rossetti, prodotti per la cura di viso, corpo e capelli: c’è tutto quello di cui tu e il tuo beauty case avete bisogno. Benecos è uno dei brand di make up eco bio più amato!

 

Birra artigianale Almond 22 € 10,90 in Emporio

Prodotto abruzzese di eccellenza!
CHRISTMAS CRU
Stile: Birra di Natale con Mosto cotto di uve Montepulciano D'Abruzzo
Volume alcolico: 9%
Temperatura di servizio: 12°-14°C
Fermentazione: Alta
Schiuma: Fine e Cremosa
Colore: Ambrato con riflessi Rubino
Aspetto: Leggermente Velato
Corpo: Medio
Amaro: Basso
Frizzantezza: Media
Finezza olfattiva:
Persistenza retrolfattiva: Lunga
Ibu: 20

 

“Panettoni” con farina integrale o di farro, 100% vegetali, con pasta madre

Panettone al Gran passito € 11,90

Se cercate un gusto speciale, diverso dalle tradizionali proposte natalizie, questo panettone fa al caso vostro. Leggero e raffinato, raccoglie nell’impasto zuccheri di canna provenienti da Ecuador e Isole Mauritius, uva sultanina coltivata nella fresca regione pre-andina cilena, vino moscato passito DOC Piemonte e mandorle mediterranee, fragranti e aromatiche, coltivate da secoli in Palestina. L’eccellenza degli ingredienti è esaltata dalla lavorazione artigianale dall’azienda dolciaria Albertengo, specializzata nella produzione di panettoni di elevata qualità. Il confezionamento viene effettuato utilizzando carta “Lokta” del Nepal e un colorato nastro in cotone (entrambi provenienti da produttori del commercio equo).

Ogni anno l'Environmental Working Group (EWG) rilascia la lista della
sporca dozzina identificando la maggior parte dei pesticidi presenti negli
alimenti. Questo non significa che si dovrebbe smettere di mangiare
alimenti freschi sostituendoli con prodotti confezionati ma suggerisce che
mangiare cibo biologico il più spesso possibile è il sistema per tenere i
pesticidi chimici lontani dal vostro corpo.
In realtà, una dichiarazione dell'Accademia Americana di Pediatria
afferma che i bambini sono particolarmente più esposti e sensibili agli
effetti dei pesticidi, che provocano un aumento del rischio di tumori
pediatrici e problemi comportamentali, tra cui difficoltà di apprendimento.
L'esposizione ai pesticidi è stata collegata anche a tutti i tipi di condizioni
come l'artrite reumatoide, il lupus, la malattia di Parkinson, il morbo di
Alzheimer e il cancro.

Ed ecco che le nuove liste "I 15 più puliti" e la "Sporca dozzina", dove
gli scienziati dell'EWG si sono concentrati su 48 tipi di frutta e verdura
popolari e basano la loro classifica su un'analisi di 32.000 campioni
esaminati dal Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (USDA) e la
Food and Drug Administration (FDA).
Per classificare i prodotti, gli analisti dell'EWG hanno utilizzato sei
metriche, tra cui il numero totale di pesticidi rilevati su una coltura e la
percentuale di campioni testati contenenti pesticidi. Nell'ultimo rapporto, il
65% dei campioni analizzati è risultato positivo ai residui di pesticidi.
Ma il rapporto va oltre la quota degli alimenti con il maggior numero di
residui di antiparassitari e attacca la Agenzia di Protezione Ambientale
degli Stati Uniti (EPA)di non aver rispettato la legge del Congresso per la
protezione della qualità alimentare del 1996, la legislazione ideata per proteggere i cittadini americani dalla contaminazione chimica degli
alimenti.


Sonya Lunder, analista dell'EWG e autore del rapporto spiega "Abbiamo
inoltre sviluppato un applicazione che indica quali sono gli alimenti più
contaminati nel convenzionale. Se in un prodotto c'è un alata probabilità di
residui chimici, viene da sé che la gente deve scegliere lo stesso prodotto
però biologico".
In cima alla "Sporca Dozzina" ci sono le mele, che per cinque anni
consecutivi sono state il frutto con il più alto contenuto di pesticidi. Il
cavolo e il peperoncino erano i più contaminati da insetticidi che sono
particolarmente tossici per la salute umana, facendo sì che il loro status sia
"Ancora più sporchi".

Di seguito la lista degli alimenti contaminati abitualmente.

1. Mele
2. Pesche
3. Nettarine
4. Fragole
5. Uva
6. Sedano
7. Spinaci
8. peperoni dolci
9. Cetrioli
10. Pomodorini
11. Pisellini
12. Patate
+Peperoncini
+Cavoli Verdi

 

I Più puliti
Non ci sono solo brutte notizie, perché sono riusciti a individuare quali
sono gli alimenti meno trattati nel convenzionale. Attenzione però, meno
contaminati, ma comunque
1. Avocado
2. mais dolce
3. Ananas
4. Cavolo
5. Piselli dolci congelati
6. Cipolle
7. Asparagi
8. Manghi
9. Papayas
10. Kiwi
11. Melanzana
12. Pompelmo
13. Cantalupo
14. Cavolfiore
15. Patate dolci

Lo studio rileva inoltre che ogni campione di nettarine importate e il 99%
dei campioni di mele sono risultati positivi ad almeno un residuo ai
pesticidi. La patata conteneva più pesticidi rispetto a qualsiasi altro cibo.
Un singolo grappolo d'uva è risultato positivo a più di 15 pesticidi. Come
anche i singoli campioni di sedano, pomodorini, piselli e fragole sono
risultati positivi a 13 pesticidi diversi ciascuno.
Invece solo l'1% dei campioni di avocado ha dimostrato di avere quantità
rilevabili di pesticidi.
Non avevano residui l '89% delll'ananas, l' 82% dei kiwi, l'80% delle
papaie, l'88% per il mango e il 61% dei meloni cantalupo.
"Per decenni, diversi pesticidi tossici sono stati definiti "sicuri" per la
salute ... fino a quando è venuto fuori il reale rischio per la salute delle
persone", afferma Lunder. "Mentre i legislatori e gli scienziati discutono
riguardo la sicurezza dei pesticidi, l'EWG continuerà o adgni anno attirare
l'attenzione su frutta e verdura con le più alte percentuali di pesticidi.
Fonte AIAB

Disponibile in Emporio

Il mensile Terra Nuova Settembre 2015
Il sommario del mensile Terra Nuova Settembre 2015, oltre 100 pagine ricche di notizie, novità, dossier e approfondimenti per coniugare ecologia e benessere, e promuovere una cultura della condivisione e della convivialità.


Sommario:
EVENTI - Vogliamo... tutta un'altra scuola
Le realtà educative e scolastiche che in Italia fanno la differenza si danno
appuntamento il 13 settembre. "Tutta un'altra scuola" mette in rete le esperienze
a misura di bambino e ragazzo. Maggiori informazioni su:
www.tuttaunaltrascuola.it


NUOVA EDUCAZIONE - La lezione? In campagna
Quando il cielo fa da tetto e gli strumenti didattici sono i campi e la natura:
l'esperienza delle fattorie didattiche in Italia. Oggi ce ne sono più di 2500.


ALIMENTAZIONE E SALUTE - Merendine: occhio all'etichetta!
Quanto possiamo fidarci delle pratiche e veloci merendine confezionate?
Scopriamolo insieme, decifrando pubblicità ingannevoli e ingredienti sospetti.


LA CAMPAGNA DEL MESE - Distributori automatici: basta cibo spazzatura!
Una proposta di legge per mettere al bando, dalle famigerate macchinette delle
scuole, snack e bevande nocivi alla salute.


VOCI DAL TERRITORIO - Cronaca di una visita all'Expo
L'esposizione universale ha scelto come tema cardine quello dell'alimentazione.
Ma il cibo è davvero al centro dell'Expo? E di quale cibo si tratta? Scopriamolo
insieme alla nostra inviata.


ATTUALITÀ - TTIP: tutti a Bruxelles
In ottobre consegna ufficiale delle firme (oltre 2 milioni) e manifestazione a
Bruxelles per dire no al trattato che cancella i diritti.


GIORNALISMO GRAFICO - Fratini d'Italia
Una storia minima di resistenza da parte dell'uccello Fratino, una specie che
vive ai margini dello sfruttamento commerciale indiscriminato e del fracasso
insensato della vita estiva balneare.


BIOEDILIZIA - L'evoluzione della casa in legno
Le case in legno massiccio si adattano meglio al nostro clima e alle nostre
esigenze costruttive. Superato il modello blockhaus, si va verso il blocco
multistrato autoportante. Le soluzioni più ecologiche? Senza colla e persino
senza chiodi.


AGRICOLTURA - L'orto senza chimica
I fitofarmaci di sintesi hanno inquinato la terra, l'ambiente e il nostro
organismo, ma possiamo dire basta. Dagli ortaggi coltivati sotto casa fino ai
grandi appezzamenti, parassiti e malattie delle piante possono essere sconfitti
naturalmente e senza veleni.


VIAGGI - I litorali italiani raggiungibili in treno
Molte località costiere italiane oggi si possono raggiungere comodamente in
treno, spesso attraverso percorsi mozzafiato. Dai borghi delle Cinque Terre alle
acque cristalline del Gargano, la ferroviaria italiana offre tantissime possibilità
per spostarsi in modo ecologico. Noi ve ne proponiamo quattro, non vi resta che
scegliere!


DOSSIER - Il vero volto della caccia
La verità su caccia di selezione, ripopolamento, specie protette e finto
ambientalismo dei cacciatori. Come difendersi dalla prepotenza dei bracconieri
e arginare il potere delle lobby venatorie.


SPECIALE BIOLOGICO - L'eccellenza nel bio: segreti e limiti di un successo
Ormai il bio è un treno in corsa che va sempre più veloce e impone ai produttori
un salto di qualità. Ma attenzione a fare il passo più lungo della gamba: non
vanno sottovalutati gli ostacoli del sistema Italia.
Grandi potenzialità di sviluppo per il sistema agricolo e per le aziende.

www.giardinieriinaffitto.it/tag/parassiti-piante

I parassiti delle piante stanno mangiando tutte le verdure del vostro orto sul balcone?

Con i rimedi naturali se ne andranno e nel vostro orto non ci sarà traccia di prodotti chimici!
I parassiti che stanno infestando il vostro orto sul balcone stanno probabilmente apprezzando i frutti della vostra fatica, mentre voi ve ne rimanete lì a bocca asciutta, pensando a come fare a mandarli tutti via!


Il problema maggiore è riuscire a non infestare il vostro orto con prodotti chimici.

Come fare? I rimedi naturali per allontanare i parassiti dal vostro orto abbondano, ecco i consigli di giardinaggio più utili per liberarsi dei fastidiosi insetti!


1- Lotta biologica
Si tratta di attirare nel vostro orto quegli insetti che si nutrono dei parassiti che stanno danneggiando le vostre piante!

Scoprite quali sono leggendo 8 piante che attirano le coccinelle e gli insetti utili
2- Bagno di latte!
Per togliere dalle piante dell’orto incominciate a lavarle con del latte: se la situazione è disperata affidatevi all’olio di semi e i parassiti scivoleranno via!


3- Ortiche
Se non ci sono nel vostro orto, piantatele! Questa pianta è infatti in grado di tenere lontani molti parassiti: nel caso in cui ci sia una pianta sotto assedio dei parassiti o dei ragnetti rossi, potrete utilizzare le foglie per un macerato a base di ortica. Mettete tutta una pianta senza radici a mollo nell’acqua fredda, lasciatela riposare per circa 7 giorni fino a quando l’acqua diventa scura: versatelo nel terreno e i parassiti se ne andranno via!


4- Rimedio al peperoncino
Con qualche seme di peperoncino riuscirete a fare scappare i parassiti più ostinati: scoprite come fare leggendo Parassiti delle piante: il rimedio naturale è il peperoncino

 

“Newsletter” /"Prenota" - Informativa sulla privacy

Informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 D.Lgs 196/03) per il servizio di “Newsletter” e "Prenota" fornito dal sito www.emporioprimovere.it di proprietà della

Società Cooperativa Primo Vere
P.IVA/COD FISC/N. ISCR. CCIAA PE 01729270684
ISCRIZIONE ALBO NAZ COD A109714

P.E.C.: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 

Contenuti e servizi sono erogati solo a coloro che ne fanno esplicita richiesta e che autorizzano la cooperativa al trattamento dei propri dati personali.

 

Informativa ai sensi della legge sulla privacy (D.L. 196/2003)

Informazione delle Regole sulla Privacy ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs 30 Giugno 2003 n. 196 (Codice Privacy) e s.m.i. che recepisce la Direttiva 95/46/CE in materia di protezione dei dati personali e la Direttiva 2002/58/CE sulla tutela dei dati personali nelle comunicazioni elettroniche.

 

Titolare del Trattamento dei dati

Il Titolare del trattamento dei dati è PRIMO VERE – Società Cooperativa. che ha sede in Pescara via S. Donato 1, nella persona del Presidente nominato dal Consiglio di Amministrazione.

Il Titolare la informa che l’indirizzo e-mail che Le viene richiesto all’atto della compilazione della richiesta di iscrizione alla newsletter e/o del modulo di prenotazione in emporio e gli altri dati personali che ci avrà eventualmente fornito in modo volontario o automaticamente attraverso le interazioni con i servizi da noi proposti, saranno trattati, con il Suo consenso, allo scopo di trasmetterLe la newsletter e qualsiasi altro servizio personalizzato al quale aderirà. Il trattamento dei dati avviene tramite l’ausilio di strumenti automatizzati, manuali e con modalità idonee a garantirne la massima sicurezza e riservatezza. Confermiamo, inoltre, che tali dati non vengono trasferiti a terzi né vengono diffusi o trasferiti all’estero.

COOKIES

E' presente un plugin google maps, relativamente alla sezione 'Dove Siamo'.

I cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e svaniscono con la chiusura del browser) vengono utilizzati limitamente alla trasmissione di identificativi di sessione, (numeri casuali generati dal server), necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente di questo sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, (non consentono l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente).

Nella configurazione attuale della servizio di Web Analytics ShinyStat, utilizzato da www.emporioprimovere.it, i cookie che garantiscono il servizio sono in regime di OPT-OUT
Quindi NON NECESSITANO DI CONSENSO PREVENTIVO ALL'INSTALLAZIONE (c.d. "Informativa breve").
Questo perchè la tecnologia utilizzata da Shiny prevede sistemi di aggregazione ed anonimizzazione dei dati che rendono già conforme alla normativa la tua situazione senza che tu debba effettuare procedure di anonimizzazione del codice volontaria, come invece avviene per la maggior parte dei sistemi di Analytics offerti dal mercato, per i quali potrebbe servire la richiesta del consenso preventivo (c.d. "Informativa breve") o la ritaggatura del sito con un apposito codice per l'anonimizzazione.

Trattamento dei dati personali

PRIMO VERE – Società Cooperativa potrà trattare, previa acquisizione di apposito consenso, alcuni Suoi dati personali (quali indirizzo e-mail, ecc.) per informarla sulle novità del sito e sui nuovi servizi offerti dalla cooperativa. Iscrivendosi ad un qualsiasi servizio e dando il relativo consenso, Le verranno inviate mail promozionali e informative sulle attività della cooperativa: potrà naturalmente cancellare in qualsiasi momento la Sua iscrizione a questi servizi di news. Il conferimento dei dati personali ha natura facoltativa; tuttavia un eventuale rifiuto di rispondere o di esprimere il consenso può comportare l’impossibilità per PRIMO VERE – Società Cooperativa di dare seguito alle richieste dell’utente. I dati personali la Lei forniti saranno trattati da Incaricati interni.

 

Raccolta dati personali

PRIMO VERE – Società Cooperativa provvede alla raccolta dei Suoi dati personali per le finalità relative alla fornitura dei propri servizi. Al momento della richiesta di iscrizione alla newsletter, (e eventualmente al servizio di prenotazione), Le saranno richiesti i seguenti dati: nome e cognome (campo obbligatorio); indirizzo e-mail (campo obbligatorio). Tali dati saranno conservati da PRIMO VERE – Società Cooperativa esclusivamente per le finalità sopra indicate per un periodo di 10 anni o per quello maggiore eventualmente imposto dalla legge.

 

Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti - Art. 7 L. 196/2003 Informiamo altresì che ogni utente può esercitare tutti i diritti previsti dall’art. 7 della L. 196/2003. I soggetti cui si riferiscono i dati personali ai sensi dall’art. 7 della L. 196/2003, hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell’esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne il contenuto e l’origine, verificarne l’esattezza o chiedere di integrarli, aggiornarli, oppure rettificarli. I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno, inoltre, il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento.

Le richieste relative all’art. 7 del D.Lgs. n.196/2003 devono essere rivolte a

PRIMO VERE – Società Cooperativa

via S. Donato 1

65129 Pescara

tel/fax: 0854311217

P.E.C.: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Ingredienti:
fave fresche a volontà
piselli freschi a volontà
3 carciofi
2 patate
1 carota
sedano (poco)
olio, sale, aglio


Procedimento:
1. sgusciare i baccelli di fave e piselli e porre il contenuto in una pentola
(per chi a bimbi in casa: questa è la parte che li coinvolge principalmente e
li fa divertire)


2. togliere dai carciofi le foglie esterne più dure e la base del gambo;
tagliare a pezzi i carciofi e il gambo rimasto; passarli sotto l'acqua corrente
(fredda) e porli nella pentola


3. pulire le patate, la carota e il sedano, tagliarli a pezzettini e porli nella
pentola


4. aggiungere acqua fredda nella pentola e metterla sul fuoco per almeno 2
ore, aggiungendo olio extravergine di oliva, sale e aglio


5. quando la zuppa si è bella ristretta e saporita, versarla nei piatti, farla
leggermente raffeddare e gustarla


Questa zuppa può essere mangiata così; oppure può essere accompagnata
con dei crostini o della pasta (formato tubetti o spaghetti spezzati, che
spezzeranno sempre i bambini!!).

Al lato del piatto far trovare un pezzetto di pecorino romano...e la primavera è in tavola!!!


Con affetto, Valentina Tosques

Il nordic walking è una camminata sportiva che utilizza i bastoncini appositamente studiati per ottenere il massimo dei benefici fisici da questo naturale movimento.
Praticato inizialmente dagli atleti scandinavi per la preparazione estivo autunnale per lo sci di fondo, è stato rielaborato come proposta di fitness all’aria aperta per tutte le età e come rieducazione posturale dinamica.
I bastoncini vengono utilizzati non solo come appoggio, ma come leva sulla quale spingere, in modo da coinvolgere attivamente tutta la muscolatura della parte superiore del corpo e aumentare il consumo energetico, a parità di velocità e distanza percorsa.
Il nordic walking favorisce il consumo di grassi, migliora il tono muscolare, l’equilibrio posturale e l’elasticità articolare. Il movimento a contatto con la natura diminuisce la tensione da stress e aiuta a sviluppare l’elaborazione logica e creativa del pensiero.
Dopo un corso base, molto importante per acquisire la tecnica, camminando ad una andatura pari al 50-60% della massima frequenza cardiaca, il nordic walking aiuta tutto il sistema cardiovascolare; camminando ad andature pari al 65-75% della massima frequenza cardiaca, diventa un vero e proprio brucia grassi; aumentando leggermente la velocità della camminata migliora la resistenza e potenzia il sistema cardio-circolatorio.
Il nordic walking favorisce quindi uno stile di vita più sano e attivo e rappresenta un grande aiuto nella cura e nella prevenzione di malattie dell’apparato muscolo-scheletrico, cardiocircolatorio e per chi soffre di problemi di obesità e diabete.

Per chi fosse interessato nella nostra zona:

Presidente Ass.ne: Ubaldo Cola
Maestro di Nordic Walking – Personal Trainer

Cristina Frattini
Personal Trainer - Istruttore di Nordic Walking
Info 3473007619 - 329220990

della Circoscrizione Abruzzo Oggetto: Convocazione Assemblea Circoscrizionale.

E’ convocata l’Assemblea dei soci di Banca Popolare Etica residenti nella Regione Abruzzo, che si terrà il giorno 18 aprile in prima convocazione alle ore 14:00 e in seconda convocazione alle ore 15:30 presso l'Agriturismo Gioia di Fattorie in Contrada San Biagio a Controguerra (Te).

Sul sito alla pagina www.gioiedifattoria.it/dove_siamo.html troverete le indicazioni stradali e la mappa per arrivare.

L'incontro sarà strutturato in due momenti:

15:30 – 17:00: l'Assemblea dei soci;

17:00 – 19:30 incontro dibattito “Agricoltura sostenibile, sociale e di comunità: percorsi innovativi di economia locale”.

Al termine dell'incontro ci sarà una cena in Agriturismo in cui potremo assaggiare le prelibatezze preparate dalla padrona di casa Antonietta. Le prenotazione devono pervenire entro giovedì 16 aprile.

L'assemblea è aperta a tutte le persone interessate, anche se non socie, che potranno partecipare senza diritto di voto.

Info: Facebook Banca Etica Soci Abruzzo e sul sito www.git-bancaetica.it/gitabruzzo

AGRITURISMO GIOIE DI FATTORIE
Menù:
FARRO CON FUNGHI
PASTA DI SARAGOLLA CON MELANZANE - RICOTTA - POMODORO
BRASATO DI MANZO AL MONTEPULCIANO
CONTORNO
CROSTATA DI GRANO SOLINA CON PANE DI SOLINA FATTO IN
CASA COTTO A LEGNA
VINI BIOLOGICI DI PROPRIA PRODUZIONE
COSTO EURO 20
Società Agricola FIORE – Podere San Biagio Società Semplice
CONTROGUERRA (TE) c.da S.Biagio - Tel./Fax 0861/89606
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.gioiedifattoria.it


INCONTRO DIBATTITO SULLE NUOVE ECONOMIE:

“Agricoltura sostenibile, sociale e di comunità: percorsi innovativi di
economia locale”
Il Gruppo di Iniziativa Territoriale dei soci abruzzesi di Banca Etica (Git
Abruzzo) ha avviato
un percorso di riflessione sulle Nuove Economie per cercare di leggere i cambiamenti in atto
nell'economia, di ascoltare le esigenze e le innovazioni dei protagonisti del
cambiamento e di
sostenere e dare gambe a questi nuovi percorsi virtuosi.
Questo incontro dibattito sulle più innovative esperienze di economia
solidale in ambito
agricolo è il primo passo di questo percorso.
Con il termine "nuova economia" Banca Etica indica tutte quelle
esperienze che cercano di
coniugare l’economia, la finanza e il fare impresa con la dimensione
comunitaria, la relazione,
la legalità, la reciprocità, l’evoluzione, l’etica, superando la dicotomia tra
un approccio profit
e uno non profit, tra gratuità e attività professionale, tra valore economico
e valore sociale.

Relatori:
 Marco Manilla: Git Abruzzo e Confederazione Italiana Agricoltori;
“Innovazione in Agricoltura”;
 Katya Mastantuono: Comitato Etico di Banca Etica e Rete Economia
Etica e Solidale Marche (Rees Marche); “Nuove economie e nuova agricoltura
per le comunità locali”;
 Pietro De Marinis, Ricercatore in Scienze Agroambientali; “Le
prospettive dell'agricoltura biologica, un punto di vista di giovane agricoltore, dal
basso e dall'estero”;
 Fausto Foglietta: Rete Economia Etica e Solidale Marche (Rees
Marche);
“Esperienze di microfiliera di qualità e agricoltura sociale”.

L'Emporio consiglia
il convegno nazionale
Global Food
Il cibo tra natura, salute, cultura, economia, società
21 – 22 Marzo 2015
Auditorium Flaiano
Lungo Mare C. Colombo, 122
PESCARA
SABATO 21 MARZO
Ore 10.00 – 13.00

● La cucina della Maiella
Gino PRIMAVERA, gastronomo ed esperto di cucina
tradizionale, già docente in "Scienza degli alimenti" presso
l'Istituto alberghiero di Villa Santa Maria
● Sai cosa metti nel carrello della spesa? Etichettatura dei
prodotti alimentari
Nicola CASOLANI, dottore di Ricerca, Università degli Studi G.
D’Annunzio di Chieti - Pescara
● Mangia meglio mediterraneo!
Mauro Mario MARIANI, docente di Nutrizione Biologica in
diverse Università e Associazioni.
● Il digiuno come cura e prevenzione
Massimo MELELLI ROIA, medico chirurgo, omeopata,
agopuntore, omotossicologo, iridologo
Coordina: Silvia DI LUZIO, medico cardiologo
Ore 15.00 - 15.30
● La vita non è un ingrediente / Life is not an ingredient
Rassegna Internazionale d’Arte – Proiezione
a cura di Mandra CERRONE
Ore 15.30 – 20.00
● Tra cibo e sacro: liturgia della festa
Lucia GALASSO, antropologa dell’alimentazione, segretaria
nazionale Antrocom Onlus
● Il suono del sapore di un gesto: sculture emozionali,
nutrimento per mente, ventre, sogno
Ezio CENTINI, artigiano, mastro cioccolatiere
● Aree protette e prodotti tipici
Dario FEBBO, direttore del Parco Nazionale D’Abruzzo, Lazio e
Molise
● La triade mediterranea: cereali, olio e vino
Leonardo SEGHETTI, docente di chimica agraria c/o l’ ITAS
“C. Ulpiani” di Ascoli Piceno
● Le erbe nell’alimentazione umana
Aurelio MANZI, docente, naturalista ed etnobotanico
● Insorgenza ed evoluzione della malattia acuta in forma
cronica: il ruolo dell'alimentazione e della genetica
Tiziana DI GIAMPIETRO, pediatra, omeopata, fitoterapeuta,
consigliere nazionale SIOMI (Società Italiana di Omeopatia e
medicina Integrata)

Coordina: Alessandro SONSINI, conduttore di “Talenti e
Territori”

DOMENICA 22 MARZO
Ore 9.30 – 13.00

● Scelta vegetariana e mobilità alternativa
Mauro DESTINO, professore a contratto, nutrizione vegetariana
c/o Università di Camerino
● Alimentazione macrobiotica vegana
Gli aspetti energetici del cibo per una scelta vegana, sana e
consapevole
Dealma FRANCESCHETTI, cuoca e terapista macrobiotica
● L’Ape Impollinatrice e i Prodotti dell’Alveare
Raffaele CIRONE, presidente della FAI - Federazione Apicoltori
Italiani
● Dieta e tumori
Ettore CIANCHETTI, direttore del Centro di riferimento
regionale per la patologia mammaria
● Alimentazione consapevole: quando il cibo diventa alimento
e l'alimento diventa nutrimento
Nader BUTTO, medico chirurgo c/o Rabin Medical Centre di
Petah Tikva (Israele)

Coordina: Antimo ZAZZARONI, direttore dell’ Istituto di
Medicina Naturale di Urbino

Ore 15.00 - 15.30

● Meditazione guidata
a cura di Andrea GIAVARA
Accompagnamento con le Campane di cristallo di Patrizia
PRIMITERRA
Ore 15.30 – 16.00
● La vita non è un ingrediente / Life is not an ingredient
Rassegna Internazionale d’Arte – Proiezione
a cura di Mandra CERRONE
Ore 16.00 – 20.00
● OGM e concimi di sintesi chimica: Quale futuro?
Giovanni DAMIANI, biologo, docente c/o l’ Università della
Tuscia di Viterbo
● Obesità e stili di vita
Paolo DE CRISTOFARO, docente a contratto della Scuola di
Specializzazione in Scienza dell'Alimentazione, Università G.
D'Annunzio Chieti – Pescara
● Che biologico vogliamo? I controlli dalla terra alla tavola
Alessandro PULGA, direttore ICEA – Istituto per la
certificazione Etica ed Ambientale
● L'indipendenza alimentare a diversi livelli: dai saggi acquisti
al far da sé
Marinella CORREGGIA, giornalista e scrittrice
● Alimentazione crudista e fruttariana
Carmela SANTERAMO, medico nutrizionista

Coordina: Cristina MOSCA, direttore responsabile di “C come
Magazine”

SERVIZI:
● Bio Bar
● Libreria
● Spazio Benessere Olistico
● Sportelli informativi
● Intervento di Andrea DILETTI
● Degustazione di vini biologici e senza solfiti di Cantina Tollo
● Aperitivo serale offerto dell’Agriturismo Campoletizia

INFO:
393.2362091
La vita non è un ingrediente/Life is not an ingredient
International exhibition of art- Projections and virtual gallery
curated by Mandra Cerrone

Malgrado ci siano norme precise sulla commercializzazione dei latti artificiali, ogni anno in Italia vengono segnalate
centinaia e centinaia di violazioni del Codice internazionale.


Ma le mamme possono difendersi.


Boicotta chi boicotta l'allattamento


Chi direbbe che è in corso una crociata, insistente, subdola e senza vergogna, contro l'allattamento al seno?


Dopo il recepimento da parte dell'Italia nel 1996 del Codice per la commercializzazione dei sostituti del latte materno(1), sembrava che il marketing aggressivo e sfacciato delle aziende produttrici di latti artificiali dovesse tramontare, stroncato dal buon senso e dalle
norme. Invece non è stato così e anche da parte di moltissimi operatori sanitari continua ad essere una pervicace
predisposizione a compiacere le ditte, magari in cambio di regali costosi come è stato il caso dei dodici pediatri arrestati
lo scorso novembre tra Toscana e Liguria. Sta di fatto che anche nel 2014 le violazioni del Codice nel nostro paese sono state
migliaia, gran parte delle quali segnalate alla sezione italiana di Ibfan, l'International Baby Food Action Network, che mette a
disposizione la quinta edizione aggiornata del rapporto "Codice violato(2)".


In ospedale


Sono innumerevoli i casi di lettere di dimissioni dall'ospedale, dopo il parto, dove viene indicata ai genitori una marca di latte
artificiale "in caso la madre non abbia il latte", pratica vietata dal Codice e anche dalla legge italiana. Peraltro la marca indicata
cambia ogni mese per garantire guadagno a tutte le ditte produttrici.


 COSA PUOI FARE

Scrivi all'ospedale o al medico che ti ha consigliato il latte
artificiale, cita il Codice ed esprimi il tuo disappunto. Informali
che non gradisci essere oggetto di pratiche di marketing scorretto.
Informa l'Ausl e l'Ordine dei Medici, poi segnala anche a Ibfan(3)
la violazione.

Nei negozi specializzati


Può capitare che nei negozi specializzati per la prima infanzia si ricevano materiali e informazioni scorretti. Alcuni organizzano
incontri destinati a i genitori con personale non sempre specializzato che tende a far passare l'allattamento come una
pratica stressante per la madre, un'incombenza evitabile, promuovendo così la vendita dei latti artificiali e degli ausili
connessi. Oppure possono venire forniti depliant e pseudo-manuali che inducono nell'equivoco.

COSA PUOI FARE

Scrivi al responsabile del negozio e ai vertici della casa-madre se si tratta di una catena e manifesta la tua indignazione annunciando
che non farai più acquisti presso di loro e consiglierai ad altre mamme di fare altrettanto. Contatta i media della tua zona (radio,
televisione e giornali) e fai presente quanto accaduto. Segnala anche a Ibfan.

Su siti web e riviste

I siti web e le riviste dedicati alle mamme spesso sono infarciti di
informazioni e link che rimandano a contenuti pubblicitari, anche
se sempre di più cercano di "nobilitarsi" fornendo anche alcune
informazioni corrette sull'allattamento in modo da potersene
servire come bandiera.
Sui siti dei produttori di latti artificiali, poi, si trova la vetrina dei
latti disponibili ma anche articoli, consulenze, newsletter, forum e
così via.
Insomma, non attendono che la mamma si metta a cercare prodotti
per l'alimentazione artificiale, bensì la catturano già fin dalla
gravidanza. Spesso insistono molto anche sullo svezzamento
precoce e sui latti di proseguimento, ambiti meno regolamentati.

COSA PUOI FARE

Se ravvisi informazioni inadeguate o scorrette o forme subdole di pubblicità, scrivi al direttore del sito web o della rivista
informandoli che ti sei indignata e che non acquisterai più quella rivista o non visiterai più quel sito e che consiglierai ad altre
mamme di fare altrettanto. Segnala anche a Ibfan.

Latte in polvere

Spesso, sulle confezioni di latte in polvere da ricostituire per somministrarlo al neonato, le informazioni fornite non seguono le
linee guida dell'Organizzazione mondiale della sanità né vi corrispondono, soprattutto riguardo alla pulizia delle superfici di
preparazione, alla pulizia delle mani, alla bollitura dell'acqua e alla sua temperatura. Meglio dunque informarsi leggendo con
attenzione il documento dell'Oms(4).

COSA PUOI FARE

Se ti accorgi che le indicazioni fornite dai produttori non collimano con le linee guida dell'Oms, scrivi alle aziende e
informale dei rischi che fanno correre ai bambini. Scrivi anche al Ministero della salute (Lungotevere Ripa 1, 00153 Roma) e ai
Nas, il nucleo dei carabinieri per i controlli (trova qui la sezione competente per la tua zona:
www.carabinieri.it/Internet/Cittadino/Informazioni/Tutela/Salute/03_NAS.htm).

Il pediatra

Innanzitutto è contro la legge prescrivere latte artificiale al momento delle dimissioni dall'ospedale dopo il parto(5).
Addirittura c'è chi riceve campioni di latte artificiale sia in ospedale sia nell'ambulatorio del pediatra. Peraltro il pediatra può
influire in maniera negativa anche in altri modi. Un esempio classico è quello che riguarda le informazioni sbagliate, che
destabilizzano la madre e scombinano l'allattamento al seno. È fuorviante e scorretto consigliare l'aggiunta di latte artificiale
perché il bambino succhia al seno "troppo spesso" (non esiste un troppo spesso) quindi "evidentemente la mamma non ha
abbastanza latte"; oppure quando il bambino ha il reflusso gastroesofageo interpretato come "non digerisce il latte materno".
È altresì fuorviante imporre intervalli regolari tra una poppata e l'altra o una determinata durata della poppata stessa, cosa non
naturale quando si allatta al seno e che può anche causare una diminuzione nella produzione di latte.

COSA PUOI FARE

Se il pediatra interferisce in maniera negativa sull'allattamento, segnala la cosa all'Ordine dei Medici e all'Azienda sanitaria di
appartenenza. Segnala anche a Ibfan.

Lo svezzamento

L'Oms sostiene dal 2001 che non vi sono benefici per la salute del bambino ad anticipare lo svezzamento ai 4 mesi anziché attendere i 6. Eppure molti alimenti per la prima infanzia recano nell'etichetta la dicitura "a partire dal 4° mese", anche se ciò è in
violazione del Codice. L'allattamento al seno può essere tranquillamente esclusivo fino al sesto mese di vita del piccolo.
Quando poi lo svezzamento comincia, non c'è alcun bisogno di ricorrere ad alimenti speciali e costosi, ma la raccomandazione di
Ibfan è quella di abituare il piccolo ad assaggiare i cibi che la famiglia mette in tavola ogni giorno, cercando il più possibile di
variare e di preferire cibi sani e freschi evitando il consumo eccessivo di prodotti di origine animale.
Inutili anche i cosiddetti latti di crescita, come già peraltro sottolineato da Efsa e Oms. In proposito e a titolo di esempio,
Ibfan, segnala nel suo rapporto uno studio che confrontava bambini che consumavano latti di crescita e altri che non li
assumevano. Lo studio concludeva che i bambini che bevevano latte di crescita assumevano più vitamina D e ferro. Guarda caso,
quello studio era finanziato da una nota azienda di latti e prodotti di crescita.
Ancora una volta, l'arma più potente è proprio l'informazione.

 

Tutta sull'ambiente la puntata di Radio Anch'io in onda su Radio1 martedi' 14 ottobre alle dalle 9 alle 10.30.
Ospite in studio l'icona mondiale della lotta agli Ogm Vandana Shiva, attivista e ambientalista indiana simbolo della critica alla globalizzazione, spina nel fianco di multinazionali dei semi come la Monsanto.
L'ambientalista ha un largo seguito anche nel nostro Paese, e' vicepresidente di slow food e avra' un ruolo importante nell'Expo milanese (che ha per tema: Nutrire il pianeta, energia per la vita).
Le sue posizioni, la sua radicalita' le hanno peraltro attirato critiche molto dure, anche da parte di scienziati italiani.
Interverranno anche Edoardo Boncinelli, professore di Biologia e Genetica presso l'universita' San Raffaele di Milano;
Andrea Olivero, vice ministro alle Politiche agricole, alimentari e forestali;
Eddo Rugini, preside della facolta' di Agraria all'universita' della Tuscia di Viterbo;
Stefano Masini, responsabile Area ambiente e territorio Coldiretti;
Mario Guidi, presidente Confagricoltura;
Manuela Giovannetti, docente ordinario di Microbiologia Agraria Universita' di Pisa;
Vincenzo Vizioli, presidente Aiab (Associazione italiana per l'agricoltura biologica);
Oscar Farinetti, fondatore di Eataly.

Conduce Giorgio Zanchini.

RADIO ANCH'IO del 14/10/2014 - PARTE 1 - VANDANA SHIVA

‎martedì ‎14 ‎ottobre ‎2014, ‏‎14:45:00
intervengono: VANDANA SHIVA, attivista e ambientalista indiana, ANDREA OLIVERO, vice Ministro dell'agricoltura, EDOARDO BONCINELLI, genetista dell'Università San Raffaele di Milano

A45705445.mp3

RADIO ANCH'IO del 14/10/2014 - PARTE 2 - VANDANA SHIVA

martedì ‎14 ‎ottobre ‎2014, ‏‎10:30:00
intervengono: EDDO RUGINI, preside di Agraria all'Università della Tuscia, STEFANO MASINI della Coldiretti, MARIO GUIDI di Confagricoltura

A45705448.mp3

RADIO ANCH'IO del 14/10/2014 - PARTE 3 - VANDANA SHIVA

martedì ‎14 ‎ottobre ‎2014, ‏‎14:45:00
intervengono: MANUELA GIOVANNETTI, insegna microbiologia agraria all'uUniversità di Pisa e OSCAR FARINETTI, fondatore di Eataly